lunedì 30 marzo 2015

Io e il gatto Hobbes, amore difficile ma duraturo

Io non avevo mai avuto animali in tutta la mia vita: francamente non mi interessavano e li trovavo piuttosto fastidiosi... dopo dieci anni so che invecchieremo insieme


Quando arrivò a casa nostra fu subito oggetto di una vivace discussione con mio figlio. Era un pomeriggio di un agosto caldissimo di dieci anni fa, e lui – con un colpo di mano – si presentò con un trasportino che conteneva un gattino bianco, spaventato e troppo piccolo. Io non avevo mai avuto animali in tutta la mia vita: francamente non mi interessavano e li trovavo piuttosto fastidiosi . Non avevo nessuna intenzione di tenerlo, ma dopo le reiterate promesse di mio figlio di occuparsene esclusivamente, cedetti. Come tutti i ragazzi dopo nemmeno tre giorni si era già stufato e io mi trovai letteralmente tra le braccia un esserino ignaro e incolpevole di essere stato scelto, del quale, chissà perché, mi sentii responsabile in prima persona.

Continua qui

sabato 28 marzo 2015

Beatrice ride sempre se ci sono Shilou e Kuky

Durante le prime sedute di pet therapy, Luca strappava violentemente i peli del golden retriver che era nella stanza con lui. Dopo qualche mese, non solo ha imparato ad accarezzarlo, ma a muovere per la prima volta in maniera rilassata il suo braccio malato. Beatrice, è un nome di fantasia, invece non smetteva mai di sorridere quando faceva pet therapy, e soprattutto nessuno in quell’ora l’ha quasi mai sentita urlare. Questi sono alcuni dei risultati del progetto «Un cane per sorridere insieme: continuiamo», che ha coinvolto i pazienti cerebrolesi del centro «Puzzle» di via Cimabue 2 a Torino. Il progetto, che è giunto alla sua seconda edizione, è durato un anno ed è nato dalla collaborazione tra l’associazione di Matilde Gramero, «Amici di Oscar», l’Asl To1, l’associazione Uam, Provincia e Comune di Torino.

Continua qui

giovedì 26 marzo 2015

Allarme salute per i gatti di casa, in primavera aumentano i virus

La gastroenterite è una delle malattie più diffuse e pericolose

I primi sintomi della gastroenterite sono la scarsa voglia di cibo, il vomito, febbre, abbattimento e disidratazione. Importante è isolare il gatto malato, il virus è molto resistente
«Con l’arrivo della primavera, che è il periodo delle cucciolate, per i gatti aumenta esponenzialmente il rischio di contagio della gastroenterite», dice Maurizio Alliani, medico veterinario. E Laura Bettella, presidentessa delle Sfigatte di Torino, aggiunge che da marzo a maggio assiste ogni anno «a moltissime morie di mici per colpa di questa malattia».

Continua qui

mercoledì 25 marzo 2015

L’Ultimo Lupo, il ritorno al cinema di Jean Jacques Annaud è ancora una questione animale


L'ultimo spettacolare lungometraggio d’avventura del regista francese lo colloca ancora una volta tra gli autori più coraggiosi e intraprendenti del cinema contemporaneo. La bellezza del film risiede molto nella preparazione dei lupi grazie al capo addestratore il canadese Andrew Simpson che ha iniziato a lavorare con loro nel 2005. Il cineasta: “La produzione cinese ha accettato di finanziare la preparazione, accettando il fatto che ci sarebbero voluti tre anni affinché girassimo la prima scena"

Continua qui

domenica 22 marzo 2015

Cani e gatti come opere d'arte: capolavori al photoshop


L’idea è venuta a Giorgia Monni, grafico editoriale che a un certo punto si è trovata ad avere più tempo libero del solito, causa miscela di lavoro che cala e figli che crescono. Invece di spenderlo sui social, ha deciso di provare a investirlo sulle passioni altrui: la musica, i film, gli animali di famiglia. Sfruttando l’esperienza di grafico e le possibilità offerte dal photoshop, sono nati prima dei ritratti singoli, poi dei calendari in cui i cuccioli di casa si trasformano da comuni soriani o barboncini in protagonisti di celebri opere d’arte. Quando dal progetto è nata una pagina Facebook, le richieste arrivate sono state talmente tante che il ‘gioco’ è diventato un secondo lavoro per poter accontentare tutti: quelli che chiedono ritratti di famiglia (anche senza animale) in formato cartolina o da quadro da parete, quelli che vogliono un taglio per regalo di matrimonio, per ricordo di laurea e compleanno, fino a quelli che con il proprio cane imparruccato hanno deciso di farci il proprio biglietto da visita.

Le altre foto


venerdì 20 marzo 2015

Luna racconta Argo

Il suo passato è stato un mix di randagismo e “canili” orribili e quando è arrivato a casa nostra, aveva paura di ogni singolo rumorino


Ciao, io sono Luna ho due anni, sono nata vicino a L’Aquila e sono stata adottata dal canile di Torino (Lega Nazionale Protezione del Cane) quasi 5 mesi fa. Vi scrivo per raccontarvi non di me, ma di Argo, il cane che mi ha preceduto all’interno della mia famiglia.

Continua qui

giovedì 19 marzo 2015

Tunisia, i terroristi uccidono anche Akil, il cane poliziotto: “E’ morto da eroe”

Era un pastore tedesco e aveva un anno e mezzo. La carcassa dell'animale, portata fuori dal museo dalle forze speciali al termine dell'operazione, è stata salutata dagli applausi della folla


In Tunisia e sui social network già lo salutano come un “eroe”. Anche un cane poliziotto della brigata cinofila della polizia tunisina è morto ieri nell’operazione delle forze di sicurezza al museo del Bardo di Tunisi. Lo riferisce il sito della radio tunisina Mosaique, che celebra “Akil, morto da eroe”. Il cane lupo aveva un anno e mezzo. “Le forze speciali hanno lasciato il museo al termine dell’operazione, portando via il cane morto tra gli applausi della folla”, scrive il sito che pubblica anche una foto della carcassa del cane trasportata su una barella.

Fonte

mercoledì 18 marzo 2015

IL GOVERNO CONFERMA: VIA LIBERA ALL'ASSORBIMENTO DEL CFS

Linea dura del premier e del ministro Madia 

Che il Corpo forestale fosse a rischio, era noto fin dall'approvazione in Consiglio dei ministri del disegno di legge "Riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche" (altrimenti noto come "decreto Madia"). Ma nelle ultime 48 ore tanto il premier Renzi quanto il ministro competente – Marianna Madia, appunto – hanno confermato i peggiori timori. "Bisogna andare verso una sempre maggiore integrazione, difficile che dopo l'approvazione della riforma della Pa le forze di polizia siano ancora cinque", aveva sentenziato il presidente del Consiglio parlando alla Scuola superiore di polizia. Ieri il ministro ha confermato la "riorganizzazione" del CfS e il suo "assorbimento" da parte della Polizia di Stato, a margine della riunione della Commissione Affari costituzionali del Senato durante la quale è stato approvato un emendamento del relatore Pagliari. Tra i criteri di delega sono annoverati "razionalizzazione e potenziamento dell'efficacia delle funzioni di polizia anche in funzione di una migliore cooperazione sul territorio al fine di evitare sovrapposizioni di competenze e di favorire la gestione associata dei servizi strumentali; riordino delle funzioni di polizia di tutela dell'ambiente, del territorio e del mare e nel campo della sicurezza e dei controlli nel settore agroalimentare conseguente alla riorganizzazione del Corpo forestale dello Stato, ed eventuale assorbimento del medesimo nelle altre Forze di polizia, ferma restando la garanzia degli attuali livelli di presidio dell'ambiente, del territorio e del mare, della sicurezza agroalimentare e la salvaguardia delle professionalità esistenti, delle specialità e dell'unitarietà; riordino dei corpi di polizia provinciale, in linea con la definizione dell'assetto delle funzioni di cui alla legge 7 aprile 2014, n. 56, escludendo in ogni caso la confluenza presso le forze di polizia".
Al di là delle assicurazioni, e dei buoni propositi, è lecito dubitare che da tutto ciò esca rafforzata la tutela dell'ambiente e degli ecosistemi.

martedì 17 marzo 2015

Stanchi e felici, il primo giorno a casa dei cuccioli


Le altre foto

Genova capitale della Pet Therapy: gli animali come integrazione alle terapie

 
Pet Therapy: Genova diventa la sede di un master pilota di primo livello per esperti in terapia, attività , educazione assistita dagli animali. Si è infatti aperto venerdì 13 marzo alla Fondazione Vibracci , in via Fieschi 8, questo importante appuntamento.

Il master è frutto di un accordo tra l’Università di Genova e l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie – Centro di referenza nazionale per gli interventi assistiti con gli animali, è il primo in Italia ad avvalersi della collaborazione scientifica e didattica di tre Dipartimenti universitari: Dafist (Dipartimento di Antichità, filosofia e storia) e Disfor (Dipartimento di scienze della formazione) di area umanistica e il Dissal, (Dipartimento di scienze della salute), afferente alla Scuola di scienze mediche e farmaceutiche.

All’inaugurazione del master sono intervenuti  l’assessore Claudio Montaldo, la responsabile dell’Ufficio di Tutela Animale del Ministero della salute Rosalba Matassa, Luisella Battaglia, direttrice scientifica del master, Franco Manti, responsabile del comitato di gestione e Luca Farina, direttore del centro di referenza nazionale per gli Interventi assistiti con gli Animali.

Continua qui

lunedì 16 marzo 2015

Era destinato a un ristorante vietnamita, cane viene premiato per l’aiuto a un bimbo autistico

Miracle è stato salvato da un camion in Thailandia, la sua storia ha commosso


Il cane Miracle ha vinto il premio “Friends For Life” assegnato durante la Cruft, la più grande esibizione canina al mondo. Il cane ha sbaragliato la concorrenza di altri 200 quattrozampe che difficilmente avrebbero potuto avere una storia di fedeltà più importante della sua.

Miracle era stato preso da una strada nel nord della Thailandia, gettato in una gabbia stretta e arrugginita, schiacciato con altri cani destinati ai ristoranti di carne vietnamita. La foto lo ritrae rassegnato a un destino di crudeltà e sofferenza, quasi a chiedere che qualcuno ponga presto fine a quell’inferno sulla terra.

Continua qui


domenica 15 marzo 2015

Pet Therapy

Bambini malati e animali. Pet Therapy all'ospedale Regina Margherita. Godetevi il video e se vi scappa una lacrima... lasciatela scendere

Il video


sabato 14 marzo 2015

Il gatto si distrae, l’«amico» gli tende un agguato

Il gatto sembra concentrato a osservare qualcosa, forse l’altro felino. Ma dall’armadietto spunta un “nemico” che, poco per volta, avvicina la sua zampetta per un agguato senza eguali.

Il video 

I cani litigano e si fermano grazie alla parola magica

 

venerdì 13 marzo 2015

Würstel imbottiti di chiodi e viti: “C’è chi vuole uccidere i cani a passeggio lungo il Bormida”

Alessandria, la denuncia ai vigili urbani dei volontari del rifugio Cascina Rosa


Alessandria
Grandi würstel imbottiti di viti e chiodi: qualcuno li ha sparsi a bordo strada, lungo gli argini del Bormida, all’altezza della curva dove c’è la sede del 118. È una zona dove non si potrebbe, ma molti portano i cani a passeggio: «Basta un boccone per uccidere un cane» avverte Elena Gamalero, presidente dell’Ata (associazione tutela animali) che gestisce il canile Cascina Rosa, vicino a quell’oasi verde.

Continua qui

giovedì 12 marzo 2015

Falegname salva un procione e viene licenziato

L’animale era stato catturato per essere soppresso a causa dei danni provocati al cantiere


Un gesto di generosità e umanità è costato il posto di lavoro a un falegname statunitense. Todd Sutton è stato licenziato per aver salvato un procione.
L’uomo stava lavorando in un cantiere vicino al San Francisco Museum of Modern Art quando ha visto un giovane procione intrappolato in una gabbia. L’animale aveva causato molti danni in cantiere e per questo motivo il responsabile dei lavori aveva assoldato un’azienda specializzata per catturarlo e ucciderlo.

Continua qui

martedì 10 marzo 2015

L’abbraccio del gatto al cane che non vede da 10 giorni

Dieci giorni senza vedersi, senza giocare insieme e magari farsi qualche dispetto. Un’infinità per il gattino Jasper che per quasi due settimane non ha visto Bow-Z e così al primo loro incontro lo ha avvolto in un morbido abbraccio lasciando di stucco l’amico quattrozampe.

Il video 

lunedì 9 marzo 2015

L'ultimo viaggio di Diuki: un bagno nell'oceano per il cane malato di cancro

I padroni hanno regalato al cane, che adora nuotare, una vacanza sull'oceano

Diuki, un cane American Staffordshire Terrier, è malato di carcinoma al terzo stadio e non si salverà. I suoi due padroni, Zhenia Bulawka e il suo compagno Christian, hanno deciso di fare un regalo al loro amato animale e gli hanno regalato una vacanza sull'oceano, ad Assateague, nel Maryland, Stati Uniti.
Diuki infatti adorava nuotare nella piscina della loro casa e amava l'acqua: da qui lo speciale regalo.
Zhenia e Christian hanno scattato delle bellissime foto, che ritraggono Diuki insieme agli altri animali di famiglia: Ruby, Dukes e Violet.

Diuki ha potuto così nuotare liberamente nell'oceano insieme ai suoi amici a quattro zampe e ai suoi padroni, prima di salutarli per l'ultima volta. I suoi "fratelli" sono stati tutto salvati e adottati da Zhenia e Christian e avevano già le orecchie tagliate nel momento in cui hanno incontrato l’amore dei loro nuovi proprietari.

Il video

 

Per salvare un cane, poliziotto si getta in un fiume noto per gli alligatori

 

 

 

venerdì 6 marzo 2015

Il riccio Biddy è morto: l'annuncio su Instagram

L'animaletto era una star social con oltre 600mila fan. Celebri le sue foto in giro per il mondo

La notizia che non avrebbero mai voluto leggere è arrivata via Instagram: il riccio Biddy è morto. Gli oltre 600mila fan che seguivano l'animaletto giramondo hanno letto con le lacrime agli occhi l'annuncio postato dai proprietari: "Questo è un post molto difficile da scrivere che rompe i nostri cuori. Il nostro piccolo amico appuntito è scomparso domenica 1° marzo. Biddy sembrava migliorati, ma poi all'improvviso le sue condizioni sono peggiorate. Crediamo che sia stato il cancro a portarselo via. Siamo grati per tutto il tempo che abbiamo trascorso con lui prima che ci lasciasse. Vogliamo ringraziare tutti voi per aver seguire Biddy e le sue avventure. E' stato davvero sorprendente vedere persone provenienti da tutte le parti del mondo, condividere e commentare le sue foto. Non avremmo potuto chiedere un riccio migliore. Biddy era una grande parte della nostra famiglia e ora ci mancherà molto".

Le altre foto



giovedì 5 marzo 2015

Questo Cane è Nato Senza Due Zampe, Ma L'amore Della Padrona Compie Un Piccolo Miracolo

Questo adorabile chihuahua era destinato ad una vita infelice poiché la sua prima famiglia adottiva non era più in grado di occuparsene. Un'amorevole veterinaria però se ne è innamorata e ha deciso di adottarlo e aiutarlo ad avere una vita dignitosa. Prima ha costruito dei marchingegni rudimentali per permettergli di muoversi, poi grazie a campagne sul web ha raccolto dei fondi per ottenere la collaborazione di un designer e realizzare questo miracolo.

Il video

martedì 3 marzo 2015

Viaggio a Aoshima, l’isola dei gatti Per ogni umano ci sono 6 felini


Gatti nel porto dell’isola Aoshima, nella distretto di Ehime, nel Sud del Giappone. Qui vive una mega colonia di felini, che vennero introdotti sull’isola, lunga appena un chilometro, per combattere i topi che non davano tregua ai pescatori. Oggi sono oltre 120, a fronte di appena una manciata di residenti, quasi tutti anziani. L’isola, che nel 1945 aveva una popolazione di oltre 900 persone, oggi è collegata alla terraferma da un traghetto che porta rari turisti. Ma le cose da fare sono poche: non ci sono ristoranti, auto, negozi o chioschi di alcuni tipo. (Reuters)

Fonte

lunedì 2 marzo 2015

Storie di uomini e di lupi


Dopo secoli di soprusi i lupi stanno tornando a popolare boschi e montagne del nostro pianeta. Eppure il rapporto con l’uomo continua a essere conflittuale.

Più che un animale il lupo è un archetipo. È considerato l’animale totemico per eccellenza, da un lato incarna il lato oscuro e primordiale della selva, simbolo di paura e morte, dall’altro evoca conoscenza e rivelazioni epifaniche nelle antiche tradizioni nordiche. In tempi più recenti il lupo è diventato sinonimo di ferocia e per questo vittima di una caccia spietata che ha portato la specie sull’orlo dell’estinzione.

Continua qui

Flavio Tosi autorizza l’abbattimento dei lupi, denunciato dalla Forestale