giovedì 31 luglio 2014

L’elefantino incontra un gatto per la prima volta

Nel Elephant Nature Park di Chiang Mai, in Tailandia, si è verificato un incontro del tutto particolare: Navann, un cucciolo d’elefante, durante la passeggiata con sua madre incontra per la prima volta un gatto. Prima passa oltre quella “strana creatura”, ma poi torna indietro e...

Il video

mercoledì 30 luglio 2014

CANE MASSACRATO IN VALCAMONICA, SVOLTA NELLE INDAGINI: "INCASTRATI"

L'animale di uno dei 3 killer. "Denunciati padre e figlio"

CANE MASSACRATO IN VALCAMONICA, SVOLTA NELLE INDAGINI:

Indagini già a una svolta sulla vicenda del cane massacrato a bastonate, lapidato e finito con una pietra, sotto gli occhi di un ragazzino, a Breno, in Valcamonica. Lo rivela il giornale autore dello scoop, "Bresciaoggi". Grazie alla qualità degli scatti e all'approfondita conoscenza del territorio teatro dell'episodio, i carabinieri di Breno hanno già individuato i tre presunti responsabili. L'animale ucciso appartiene ad uno dei killer, ma non è chiaro cosa abbia fatto esplodere quell'onda di violenza nei confronti di una creatura inerme. I tre dovranno rispondere ora dell'uccisione di animale senza necessità e con crudeltà. L'agenzia "Ansa", invece, fa sapere che i militari dell'Arma hanno identificato e denunciato soltanto due persone, padre e figlio, entrambi allevatori: denunciati per uccisione di animali un 80enne di Breno (Brescia) e il figlio 49enne. Dalla caserma hanno ricordato che la pena prevista per questo reato è fino a un anno e mezzo.
Intanto, l'Enpa in un esposto alla procura ipotizza una serie di reati gravi. La sequenza dell'orrore, documentata da 19 scatti, sarebbe avvenuta lo scorso 18 luglio vicino al passo Crocedomini, nei pressi di un pascolo (qui il nostro articolo pubblicato ieri). "Aberrante" è la parola postata come un mantra in tutti i commenti sui social network. Indignate, nel contempo, le reazioni delle associazioni animaliste e delle autorità locali.
Il sindaco di Breno, Sandro Farisoglio, ha commentato: "Sono disgustato di fronte ad immagini aberranti, di una crudeltà disumana. Mi conforta sapere che il gesto non resterà impunito. Un'azione di tale efferatezza, compiuta poi di fronte ad un ragazzino, è uno sfregio nei confronti dell'intera comunità. Quando saranno chiariti ruoli e responsabilità delle persone coinvolte, valutereremo le misure da adottare".

Continua qui

martedì 29 luglio 2014

Australia, koala sopravvive per 90 km aggrappato a un’auto

Il marsupiale ha riportato solo un’unghia rotta
 
AFP
Il koala sopravvissuto all’incredibile “viaggio”
Aggrappato al cofano di un’automobile, un koala è riuscito a sopravvivere ad una folle corsa di 90 chilometri lungo un’autostrada australiana, con come unica conseguenza una unghia rotta. Secondo quanto ricostruito dal centro veterinario dell’Australia Zoo che lo ha raccolto, il marsupiale, animale simbolo dell’Australia, e’ stato urtato da una macchina nello Stato del Queensland. Il koala si e’ allora aggrappato con tutte le sue forze al retro del veicolo senza che il conducente o i passeggeri se ne accorgessero. E’ solo durante una pausa in un’area parcheggio dell’autostrada, 90 chilometri più tardi, che la famiglia ha scoperto il passeggero clandestino.

Continua qui

Perché i gatti hanno le pupille verticali?

mammiferi,sapevatelo
Fotografia di Gabriel Burns, National Geographic Your Shot

Il fatto che i gatti domestici abbiano le pupille verticali dipende dai loro muscoli oculari, che hanno la forma di due mezzelune che si guardano, sovrapponendosi ai margini superiori e inferiori quando si allungano.

Gli animali con le pupille rotonde invece (come noi) sono dotati di un muscolo sfinterico rotondo che funziona come una sorta di cappio rendendo le pupille più piccole o più grandi.

Ma perché i gatti hanno queste pupille? Secondo alcuni esperti, la struttura a fessura consentirebbe la possibilità di focalizzare più colori nello stesso punto, migliorando la qualità dell'immagine. Una ricerca pubblicata su Current Biology nel 2012 suggerisce che l'allineamento verticale della fenditura consentirebbe una maggior capacità di determinare la profondità al suolo: l'ideale per i predatori come i felini, che cacciano piccoli animali al livello del terreno, come ad esempio i topi.

Fonte

lunedì 28 luglio 2014

Ritrova l’orologio quando lo sente suonare nella pancia del suo Terranova

Dopo la visita al veterinario, il cane ha sputato l’oggetto senza bisogno di essere operato
 
Terry Morgan ha cercato il suo orologio da 500 sterline (circa 630 euro) ovunque a casa sua, ma non aveva considerato che Charlie, uno splendido esemplare di Terranova nero, aveva deciso di mangiarselo come se fosse un normale spuntino.

Continua qui

sabato 26 luglio 2014

Il cane è malato e viene consolato dal gatto

Il cagnolino di casa non sta bene e i proprietari lo portano dal veterinario. Al suo ritorno viene messo a riposare sul divano e il gatto di casa si corica su di lui, lo abbraccia e lo consola leccandolo.

Il video

MILANO, CUCCIOLO DI VOLPE IN CAMPAGNA SALVATO DA CICLISTA


MILANO, CUCCIOLO DI VOLPE IN CAMPAGNA SALVATO DA CICLISTA
Un giovane che passava in bicicletta in un campo ha trovato un cucciolo di volpe in cattive condizioni, lo ha raccolto e consegnato al comando della polizia di Settimo Milanese, alle porte del capoluogo lombardo. Successivamente, la polizia provinciale ha preso in carico il cucciolo e lo ha consegnato all'Enpa di Milano, dove ha ricevuto le prime cure. Dopodiché è stato trasportato al Centro di recupero animali selvatici (Cras) Wwf di Vanzago dove si trova adesso.

RICHIAMI VIVI, VOLTAFACCIA DEL GOVERNO: DAL SENATO SI' ALLA CATTURA DEGLI UCCELLI

Con 22 voti a favore e 18 contrari, le commissioni Ambiente e Industria del Senato, in seduta comune, hanno approvato nella tarda serata di ieri il testo del governo che consente ancora la cattura e l'utilizzo dei piccoli uccelli migratori come richiami vivi. Nonostante le richieste contrarie dell'Europa e delle centinaia di migliaia di cittadini che in queste settimane hanno sottoscritto le petizioni e testimoniato la loro indignazione all'esecutivo e ai politici chiamati a votare..
Determinante il cambio di posizione del governo che, cedendo alle pressioni dei senatori filovenatori, ha in extremis modificato il testo originale del decreto 91 che prevedeva il divieto di cattura e la limitazione della detenzione dei richiami vivi. Determinante, inoltre, il voto dei senatori del Pd, che con le encomiabili eccezioni di Laura Puppato e Monica Cirinnà - segnalano in una nota Lipu-Birdlife Italia, Enpa, Lac, Lav, Oipa, Wwf e Animalisti Italiani - hanno votato compatti, su indicazione di partito, a sostegno di una delle pratiche più violente e subdole a danno degli uccelli selvatici.

Continua qui

giovedì 24 luglio 2014

“Anche gli animali sono gelosi”

È il risultato di uno studio californiano: «Mostrano una forte angoscia
ogni volta che un rivale “usurpa” l’affetto di una persona cara»
 
Immagine d’archivio
Gli amici a quattrozampe possono provare gelosia e comportarsi di conseguenza. Per chi ha un cane o un gatto non è di certo una novità ma ora une arriva una conferma da parte di uno studio, condotto dall’University of California di San Diego e pubblicato su “Plos One”.

Continua qui

mercoledì 23 luglio 2014

Cani e gatti abbandonati, ecco che cosa fare

Come avvicinarsi all’animale, chi chiamare e che cosa rischia chi abbandona
 
Immagine d’archivio
Oltre sessantamila animali abbandonati ogni estate. Tante sono le vittime innocenti della scelleratezza dei padroni di cani e gatti soprattutto, anche se il fenomeno non riguarda solo loro ma anche uccellini, pesci, tartarughe, criceti e pappagalli.

Quegli amici, insomma, che popolano le nostre case tutto l’anno, ma che d’estate diventato un problema o una seccatura. Così finiscono per strada, da soli, senza saper dove andare. La maggior parte muore, di stenti, di caldo, di dolore per essere stata abbandonata dalle persone che dovrebbero volerli solo amare e proteggere. Nei giorni passati abbiamo parlato di come andare in vacanza con gli animali, dal viaggio, alle strutture, ai comportamenti consigliati per trascorrere serenamente le ferie con loro. Purtroppo il fenomeno degli abbandoni estivi è però ancora molto frequente e, anche se speriamo che non siano molti gli animali abbandonati che potrà capitarvi di incontrare questa estate, vogliamo comunque darvi alcuni consigli su cosa fare nel caso in cui ne incrociaste lungo il vostro tragitto. cosa fare se si trova un animale abbandonato o ferito.

Continua qui

martedì 22 luglio 2014

Due bimbi autistici rischiano di perdere il loro maialino Wilbur

L’associazione di proprietari di case vuole che la famiglia allontani l’animale, ma per la famiglia lo ritiene terapeutico per la malattia dei due ragazzini
 
Il maialino Wilbur
In Florida la famiglia Halpern sta conducendo una battaglia per poter tenere il maialino vietnamita Wilbur. Una battaglia condotta non per un vezzo, ma perché Wilbur è parte di loro ed è particolarmente importante per i due figli, di 9 e 10 anni, entrambi autistici.

Wilbur, sterilizzato e microchippato, è stato adottato quando aveva cinque settimane diventando a tutti gli effetti l’animale domestico di casa: vive nel salotto e talvolta dorme nel letto di uno dei due figli di casa.

Continua qui

lunedì 21 luglio 2014

"ASINO-BOMBA NEUTRALIZZATO DAGLI ISRAELIANI A RAFAH, NELLA STRISCIA"


La notizia pubblicata su "The Daily Telegraph"

 
Un "asino-kamikaze" è stato "neutralizzato" dagli israeliani a Rafah, il valico con l'Egitto nel sud della Striscia di Gaza. La notizia pubblicata su "The Daily Telegraph", che cita fonti di Tel Aviv secondo cui venerdì sera i militari sono stati costretti ad aprire il fuoco e a far saltare in aria l'animale che si dirigeva verso la loro postazione con un carico di esplosivi. Pare che l'esercito israeliano fosse già stato avvisato del possibile ricorso ad animali per attacchi suicidi contro i suoi soldati in quella che un portavoce ha definito una variante dell'impiego degli scudi umani. Si tratta della "tattica meno convenzionale finora vista a Gaza in quest'ultimo conflitto", secondo il giornale. Del resto, scrive il quotidiano conservatore britannico, "Hamas aveva promesso delle 'sorprese' a Israele nel caso di un'invasione di terra". Gli asini sono animali molto utilizzati a Gaza e negli ultimi giorni sono stati impiegati soprattutto per trasferire i beni personali dalle case ai centri temporanei di rifugio. Tuttavia, "The Daily Telegraph" ricorda anche come gli asini siano già stati utilizzati durante la seconda intifada (2000-2005) e che nel 2009 i militari israeliani intercettarono dei cavalli, a Karni, località di frontiera, su cui erano montati mine ed esplosivi. Secondo l'esercito, anche i cani sarebbero stati utilizzati più volte.
 

Cane salva uccellino da annegamento

Presa leggera, pennuto all'asciutto

Cani non solo da caccia e predatori, ma anche compassionevoli... con i pennuti. Come in questo caso, quando un allegro quattrozampe nuotatore salva un piccolo uccellino che stava annegando in uno stagno. Il massimo della delicatezza, malgrado le fauci.

Il video

domenica 20 luglio 2014

“Baci”, coccole e carezze Feeling leone-bassotto

Cani e gatti ogni tanto non vanno d’accordo. Ma in questo caso il bassotto e il grosso gattone (ossia il leone) sembrano essere ottimi amici.

Il video

Usa, Pit Bull di famiglia salva ragazzino sordo dalle fiamme

L’animale ha leccato il viso del 13enne sino a svegliarlo
e ad avvertirlo dell’incendio scoppiato in casa
 
Nick Lamb, 13 anni, e il Pit Bull Ace
Nick Lamb deve la sua vita al Pit Bull di casa. Ace, un cagnolone di due anni, l’ha salvato dall’incendio che ha devastato casa sua a Indianapolis (Usa). Lui, 13 anni, non poteva sentire che cosa stava succedendo perché sordo: mentre stava dormendo, si era tolto l’impianto cocleare senza il quale non avrebbe mai potuto sentire il rilevatore di fumo.

Continua qui

Raro incontro con due gruppi di mante mediterranee nel Mar Ligure

Avevano tutti un’”apertura alare” (larghezza del disco) di circa due metri e si sono esibiti in numerosi e mirabolanti salti.

Foto di Tethys.org
Due gruppi di mobule, le mante endemiche del Mediterraneo, rispettivamente di 10 e 15 esemplari, non erano mai state documentate nel Mar Ligure.

Un evento mai capitato negli oltre 25 anni di attività di ricerca e monitoraggio che l’Istituto Tethys conduce nel centro del Santuario Pelagos istituito per tutelare i cetacei del Mediterraneo.

Continua qui

sabato 19 luglio 2014

La spiaggia dell'ex colonia marina della Provincia (AL) ora è anche per 'Fido'

Arenzano (GE)

La spiaggia dell'ex colonia marina della Provincia ora è anche per 'Fido'

Quella che una volta era la spiaggia della colonia marina di Alessandria, da martedì è un luogo accessibile anche agli amici a quattro zampe. Ad Arenzano, nel pezzo di costa lungo 55 metri di Villa Figoli, ora di proprietà del Comune ligure, possono correre liberamente i cani dei turisti, controllati dai loro padroni. L'idea è venuta al vicesindaco di Arenzano, Daniela Tedeschi che ha deciso di rispondere alle richieste arrivate da numerosi turisti. "Continuavano a domandarci se esistono luoghi accessibili agli amici a quattro zampe. Grazie all'opportunità di poter usufruire di una spiaggia tornata in concessione al Comune di Arenzano abbiamo così pensato di andare incontro anche a questa richiesta. Abbiamo messo in moto gli uffici e l'Asl, coinvolto gli albergatori e l'idea è stata accolta subito molto bene. Quest'anno, siccome le autorizzazioni sono arrivate all'ultimo minuto, la spiaggia sarà completamente libera con una zona d'ombra per far riposare cani e padroni al riparo dal calore del sole".

Continua qui 


Cani-bagnino, esercito di 350 'eroi' a 4 zampe


venerdì 18 luglio 2014

Australia, il parto di mamma balena vicino a riva

E' iniziato tutto con un avvistamento molto vicino alla riva e un bagnante a pochi metri di distanza. La balena che nuotava nelle acque della spiaggia Warriewood di Sydney aveva attirato l'attenzione di fotografi e curiosi che si domandavano il motivo di una tale vicinanza a riva. Era stato ipotizzato un possibile parto. E così è stato. Una balena franca australe di 16 metri ha partorito un cucciolo di cui non si è ancora accertato se maschio o femmina. "L'abbiamo vista partorire alle 7,30 di mattina e l'abbiamo seguita finché non è andata al largo con il cucciolo", racconta un'operatrice del centro di ricerca cetacei australiano, Orrca. 

Il video

Il cane fedele si rifiuta di lasciare il proprietario morto

L’animale è rimasto accanto all’uomo nonostante il caldo insopportabile. Ora però ha trovato una nuova famiglia

Il Bull Terrier
Faceva molto caldo. La temperatura era vicina ai 38° e non aveva acqua con cui dissetarsi. Ma per nulla al mondo avrebbe abbandonato il suo proprietario, anche dopo la sua morte. Così alcuni agenti di polizia hanno trovato un Bull Terrier, disteso al fianco del suo proprietario defunto in una zona vicina a Oklahoma City (Stati Uniti). Secondo le prime indagini l’uomo sarebbe un senzatetto, morto per cause naturali. 

Continua qui

Il padrone muore all’ospedale e il cane a casa fa la stessa fine

Politico adotta un cane durante la campagna elettorale, poi lo abbandona quando perde le elezioni

 

 

giovedì 17 luglio 2014

Massimo della pena

USA, TRASCINA UN CANE CON UN PICK-UP PER 3 KM: DIECI ANNI DI CARCERE 

Il cane, che ha subito lesioni gravi, poi è stato adottato

USA, TRASCINA UN CANE CON UN PICK-UP PER 3 KM: DIECI ANNI DI CARCERE
 
Un uomo, Roger Owens, è stato condannato a 10 anni di carcere per aver trascinato il proprio cane per due miglia, oltre tre chilometri, attaccato a un camioncino a Greenville, nella Carolina del Sud, negli Stati Uniti. Il giudice del tribunale, Letitia Verdin, ha ritenuto che il gesto sia stato uno dei più crudeli in cui si sia imbattuta nella sua carriera. Per questo, Rogers ha ottenuto il massimo della pena, cinque anni, previsto per il maltrattamento degli animali, con l'aggravante della violazione del codice stradale. Secondo quanto riportato dall'accusa, il cane era legato con le zampe anteriori al portellone posteriore del pick-up quando l'uomo ha accelerato, costringendo l'animale a correre sulle zampe posteriori. Il cagnetto ha subito lesioni gravi, ma è sopravvissuto ed è stato adottato. L'avvocato di Owens ha provato a spiegare al giudice che l'uomo amava gli animali ma che in quel momento era ubriaco. Però non è bastato per far cambiare idea al magistrato.
 

Richiami vivi, appello al ministro dell'Ambiente: "Restituire legalità all'Italia"

Roma, 16 luglio 2014 - "Ci appelliamo al Ministro Galletti, impegnato oggi a Milano nel summit dei ministri dell'ambiente dell'Unione Europea, perché sia finalmente cancellata dalla normativa italiana la barbarie dei richiami vivi. Lo dobbiamo all'opinione pubblica del nostro Paese e al rispetto del diritto comunitario".
Così le associazioni Animalisti Italiani, Enpa, Lac, Lipu - BirdLife Italia, Oipa, la cui petizione online ha raggiunto in poco tempo le 80 mila firme, alla vigilia del voto sui richiami vivi nel decreto competitività, previsto per domani nelle commissioni Ambiente e Industria del Senato.

Continua qui

Affida il gatto all’amica e va in vacanza: glielo riconsegna morto e congelato

La donna, sconvolta dal dolore, si è chiusa in casa e sono dovuti intervenire il 118 e le forze dell’ordine
 
REUTERS
Immagine d’archivio
Si doveva assentare per qualche giorno e così ha deciso di affidare i suoi cinque gattini all’amica. Al suo ritorno l’amara notizia: uno dei suoi amati felini era morto e l’amica l’aveva conservato nel freezer. L’incredibile storia è accaduta a Treviso e la signora 54enne, sconvolta dall’accaduto, ha deciso di chiudersi in casa per vivere il suo dolore in solitudine, senza più rispondere al telefono e al citofono.

Continua qui

mercoledì 16 luglio 2014

Torino, aumentano gli abbandoni di animali: “Ma la colpa è della crisi”

“Molte famiglie non ce la fanno più a mantenere il cane di casa”
 
Moncalieri, 30 arrivi in un mese: «Adottateli, sono migliori dei cuccioli comperati»
Snake ha tre anni e un mantello color miele. Qualche mese fa è scappato da una casa in collina a Moncalieri ed è finito qui, nel canile comunale, corso Savona 140, tra le gabbie affollate da cani sfortunati in cerca di qualcuno che li ami di nuovo, davvero.
Nell’ultimo mese ne sono arrivati una trentina: quasi uno al giorno. Raccattati in strada? Abbandonati in tangenziale come nel più classico degli horror italiani? Neanche per sogno. «Sono quasi tutti arrivati qui con i loro padroni racconta la direttrice del canile Chiara Arbau, veterinaria che gestisce la struttura di Moncalieri da due anni». 

Continua qui

martedì 15 luglio 2014

LE FOTO DELL'ULTIMO GIORNO DI DUKE IN FAMIGLIA COMMUOVONO IL WEB

L'animale, malato di cancro, sottoposto ad eutanasia

LE FOTO DELL'ULTIMO GIORNO DI DUKE IN FAMIGLIA COMMUOVONO IL WEB

La famiglia Roberts si è resa conto di essere costretta a fare l'eutanasia al proprio amato cane, Duke, dopo che il cancro ha iniziato a prendere il sopravvento sul suo corpo. Così ha deciso di rendere il suo ultimo giorno sulla Terra molto speciale. A Duke, un labrador nero di Houston, è stato diagnosticato un osteosarcoma alla gamba pochi anni fa, si legge sul sito KSL.com. L'osteosarcoma è il tumore osseo più comune nei cani. I cancri associati con la malattia sono aggressivi e facilmente creano metastasi. Duke ha perso una delle sue zampe, ma il tumore è diventato via via più grande e, infine, ha iniziato a spezzare le sue costole, rendendolo sempre più a disagio.

Il suo proprietario, Jordan Roberts, ha programmato l'eutanasia del cane con un veterinario di Houston lo scorso 7 luglio per mettere fine alle sue sofferenze, secondo KSL. Ma prima di dire addio a Duke, la famiglia ha deciso di portarlo in giro a godersi le cose belle della vita. Roberts ha chiesto al suo amico e amante degli animali, il fotografo Robyn Arouty, di catturare i momenti finali del cucciolo.
Duke è stato portato a mangiare fuori, poi in un parco acquatico. Insomma, ha trascorso la giornata circondato dalle persone che lui amava di più.

Continua qui

Tanto sonno, quando anche gli animali sbadigliano

Tartarughine, ricci, scimmie. bradipi, cani e gatti: ecco gli sbadigli del mondo animale.

Il video

domenica 13 luglio 2014

Messico, la gratitudine della tartaruga salvata dal sub

Cameron Dietrich e Colin Sutton hanno incontrato questa tartaruga marina in difficoltà al largo delle coste del Messico. Uno dei due sub, come mostrano le immagini riprese con una GoPro, riesce a districare il groviglio di corda che le si era avvolto su una pinna anteriore. Una volta libero dalla matassa, l'esemplare sembra mostrare la sua riconoscenza tornando indietro dal suo salvatore, avvicinandosi e lasciandosi accarezzare.

Il video

sabato 12 luglio 2014

Il cagnolino si porta in spalla il gatto paziente

Bisogna tornare in casa e il cane lo fa a suo modo: caricandosi in spalla il gatto... per fortuna molto paziente.

Il video

TEXAS: VIGILE DEL FUOCO SALVA CHIHUAHUA CON LA RESPIRAZIONE BOCCA A BOCCA

pony.jpg

Un vigile del fuoco della città di Addison, in Texas, è stato salutato come un eroe dopo aver salvato la vita di un cane eseguendo la rianimazione cardiopolmonare.

Yvette Childers stava guidando il suo camper per andare a lavoro, quando improvvisamente il motore ha preso fuoco e le fiamme si sono diffuse rapidamente attraverso la cabina.

La donna è riuscita a fuggire, ma entro pochi minuti, l'intero camper è stato avvolto dalle fiamme e dal fumo, con tutti i suoi averi, compreso il più prezioso di tutti: la sua chihuahua di 1 anno, Pony, intrappolata all'interno della sua cassa.

Continua qui

venerdì 11 luglio 2014

Il sogno della piccola vittima di Newtown diventerà realtà: un santuario per animali

Prima di essere uccisa,Catherine collezionava i vuoti a rendere di bottiglie e lattine per raccogliere fondi e comprare cibo per i quattrozampe
 
La piccola Catherine Hubbard insieme al suo cane Sammy
Il 14 dicembre 2012 la sua vita veniva interrotta dal gesto folle di un 20enne che fece un massacro nella scuola elementare di Newtown in Connecticut (Usa). Catherine Violet Hubbard aveva solo sei anni, ma aveva grandi sogni: collezionava i vuoti a rendere di bottiglie e lattine per raccogliere fondi e comprare cibo per i quattrozampe. Catherine sognava di avere un canile tutto suo e per questo disegnava biglietti da visita per rifugi immaginari dove lei si presentava come “custode”. Lei ora non c’è più, ma il suo sogno sta per diventare realtà: lo Stato sta per consegnare i circa 14 ettari di una ex struttura psichiatrica a una fondazione che raccolga denaro per costruire un rifugio per gli animali in onore della ragazzina.

Continua qui

giovedì 10 luglio 2014

Mici da adottare

 
 
 
 
Per favore, mi potete aiutare a trovare casa, a questi quattro meravigliosi micetti.
Sono i figli della gatta "libertina" e molto felina, soffia come un mantice, ripresa in foto.
Sono due femminucce e due maschietti.
Vi sarò eternamente grata!!!
 
Un caro saluto
 

E' Papaya il jack russel il cucciolo più bello d'Italia

E’ il cucciolo di Jack Russel, Papaya Granlasco, il vincitore del trofeo di “Pro Plan Cup Cuccioli dell’anno”. Il simpatico quattro zampe appartiene a Gabriel Pascarella di Vergiate. Oltre tremila amici a quattro zampe di più di 200 razze diverse provenienti da tutta Italia hanno sfilato per aggiudicarsi la medaglia d’oro all’Oval del Lingotto. E’ la manifestazione cinofila privata più importante d’Europa. L’argento e il bronzo vanno invece rispettivamente al Norfolk Terrier Juan Carlos, di Luca Giannatempo, di Torino, e l’Australian Shepard di nome I’s a Kind of Magic, di Gabriella Lovati di Aosta. Quarto posto infine per il bassotto nano a pelo duro, Deda del Wanhelsing. 

Le foto

mercoledì 9 luglio 2014

Canada, si tuffano fra le piogge torrenziali per salvare una volpe

Due uomini hanno raggiunto l’animale rimasto su una roccia in mezzo all’acqua
 
Le operazioni di salvataggio in una foto pubblicata su Twitter
Un gesto generoso ed eroico. Nella provincia canadese di Saskatchewan due uomini, Colin Graham e Jordan Olson, si sono tuffati in un campo completamente allagato dalle piogge torrenziali per salvare una volpe. La presenza degli animali era nota nella zona: la famiglia Graham ha la casa vicino ai campi finiti sotto alcuni metri d’acqua.

Continua qui

martedì 8 luglio 2014

Lilli, cagnolina lasciata in strada a Roma vittima dell’esubero dei canili comunali

b2ap3_thumbnail_lilli.jpg

E’ stata trovata per strada, magra e spaventata. Ha rischiato di farsi investire più volte finché non è stata recuperata. Si tratta di una cagnolina sfortunata, la cui storia è uguale a quella di tanti altri cani, ma allo stesso tempo diversa.Lilli, infatti, sarebbe dovuta rimanere in strada. Purtroppo non era microchippata e nei canili i cani non entrano più se non hanno ferite o non sono morsicatori.

Continua qui

SARDEGNA, STRAGE DI CANI: "NIENTE ANIMALI NELLE CASE DEI KILLER"

La Lav chiede di mettere a punto ordinanze interdittive

SARDEGNA, STRAGE DI CANI:
 
La Lav va all'attacco contro l'avvelenamento di cani in Sardegna. L'ultimo caso pochi giorni fa nella zona di Rio San Girolamo, a Capoterra (Cagliari) ma il più eclatante - 16 animali uccisi - è accaduto la settimana scorso a Nurachi, in provincia di Oristano (ecco l'articolo: http://www.nelcuore.org/blog-associazioni/item/nurachi-oristano-i-suoi-cani-disturbano-allevatore-li-uccide.html). La Lega anti vivisezione ha chiesto al sindaco di Nurachi di emanare un'ordinanza che disponga il divieto di detenzione di animali nei confronti dell'autore dell'avvelenamento e di attivare una campagna informativa, oltre a sensibilizzazione sul territorio. Non solo: è stato sollecitato anche un incontro con il presidente della Regione Francesco Pigliaru per valutare l'opportunità e le modalità di promuovere azioni concrete per il rispetto di tutti gli esseri viventi. "Questi gravi casi di avvelenamento di randagi dimostrano come ormai la pratica di spargere veleno sul territorio sia un'emergenza che le istituzioni non possono più ignorare - sottolinea Emma Piga, referente Lav Cagliari - Le autorità locali devono mettere in atto quegli interventi urgenti, come la mappatura e la bonifica del territorio colpito dai veleni, per mettere in sicurezza animali e persone".
 

India: elefante in catene da 50 anni, piange quando viene liberato

Il pachiderma Raju, è stato portato tre giorni fa in una riserva naturale vicino a New Delhi dove è curato dai veterinari
 
Un elefante, in catene da 50 anni e usato dal suo proprietario per mendicare nelle strade del nord dell’India, è stato liberato e grazie all’intervento di una organizzazione di difesa degli animali.
Il pachiderma, che si chiama Raju, è stato portato tre giorni fa in una riserva naturale vicino a New Delhi dove è curato dai veterinari con una dieta ricostituente a base di frutta e con speciali trattamenti contro le piaghe.

Continua qui

lunedì 7 luglio 2014

MILANO, IL GARANTE DEGLI ANIMALI: IN AUMENTO GLI ABBANDONI DI GATTI

I numeri del Canile. "Come tradire un amico"

MILANO, IL GARANTE DEGLI ANIMALI: IN AUMENTO GLI ABBANDONI DI GATTI
 
Dal primo gennaio ad oggi sono stati 138 i nuovi cani accolti nel Parco canile comunale di via Aquila, a Milano, e ben 140 le adozioni, con un saldo finalmente positivo. Altrettanto non si può dire per i gatti ospitati nella struttura: 69 le adozioni a fronte di 98 nuovi ingressi. Un fenomeno che sembra ormai affermarsi come tendenza e su cui interviene il Garante degli animali del Comune di Milano, Valerio Pocar. "L'estate è appena iniziata e c'è da temere -spiega - la recrudescenza del fenomeno, tristissimo e inquietante, degli animali abbandonati. L'abbandono di un animale non è soltanto un reato punito dalla legge penale, ma, prima ancora, è la violazione di un imperativo morale, quello di custodire e proteggere una creatura innocente e sensibile che si è affidata a noi e della quale ci siamo fatti carico. E' tradire un amico. Poi, ricordatevi di dotare il vostro cane ma anche il vostro gatto del microchip".

D'estate, in vacanza, è più facile, prosegue il garante del Comune meneghino "che il vostro animale si smarrisca e col microchip è molto più facile ritrovarlo. Il fenomeno dell'abbandono dei gatti è in aumento, erroneamente forse si crede che possano 'cavarsela' meglio. In realtà è invece un animale che meglio di altri riesce a sopportare viaggi anche lunghi e che ben si adatta, proprio per il suo carattere più indipendente, a essere lasciato eventualmente in 'custodia'. Abbandonare un gatto non è un atto meno grave, anzi. Buona estate a tutte e a tutti, dunque, senza contare il numero delle zampe".
 
Continua qui

L’asino Pimpon sotto sequestro per essere curato

L’asino Pimpon
L’asino Pimpon

La Spezia - Lo avevano fermato a Riccò del Golfo: il suo asino aveva profonde ferite, per il peso del carico. Il viandante francese Alain, il proprietario, non gli aveva dato però nemmeno il tempo di far rimarginare le piaghe, quelle che gli aveva provocato caricandolo con tutti i suoi bagagli. Gli aveva rimesso addosso le borse, la tenda, i sacchi con le pentole, ed era ripartito, dritto verso Roma, a piedi, sulle strade carrozzabili.

La segnalazione dell’ufficio tutela animali della Spezia, è stata però raccolta dal ministero della sanità, che ha aperto un fascicolo a Roma. E alla tappa successiva, l’asinello è stato fermato nuovamente, questa volta a Forte dei Marmi: e posto sotto sequestro, per essere curato. Non ha inteso modificare i suoi comportamenti, Alain, il 67enne viandante francese che vive in strada facendo pellegrinaggi. Per lui, va bene così: l’asino è un asino. E a colpo d’occhio, la gente credeva davvero che il suo Pimpon stesse bene.

Continua qui

Il cucciolo languido: il massaggio lo manda in estasi

Sembra un peluche per quanto rimane immobile sotto le mani dolci e sapienti della padrona. Il cagnolino di pochi mesi, un cavalier king charles spaniel, si è lasciato andare completamente al godimento del massaggio in grembo, che gli  ha provocato sussulti di tenero piacere.

Il video

domenica 6 luglio 2014

Gli animali nella giornata internazionale dei baci

Il 6 luglio si celebra la “Giornata Internazionale del Bacio”. Ecco alcune immagini tratte dal web dei baci e lappate del mondo animale.


Le altre foto

Abbandono degli animali, l’Enpa scende in 100 piazze italiane

Un evento di sensibilizzazione in grado di far convivere
modi e mezzi di comunicazione assai diversi tra loro
 
AP
Due giorni con stand informativi in un centinaio di piazze italiane, da nord a sud. Distribuzione di gadget dedicati ai nostri amici a quattro zampe e a noi, che vogliamo andare in vacanza con loro ed essere preparati. Quindi adesivi e borse antiabbandono, il kit estivo composto da una ciotola, un sacchetto per i bisognini e un termometro. Si svolge infatti sabato e domenica la seconda giornata contro gli abbandoni e il randagismo organizzata dai volontari dell’Ente Nazionale Protezione Animali in tutta Italia per lanciare un forte messaggio sociale, sottolineando che l’abbandono degli animali non è mai un’alternativa.

Continua qui

venerdì 4 luglio 2014

L'amore tra una gatta e un chihuahua

Cleo si prende cura di Maggie come fosse il suo cucciolo

Il curioso amore tra una gatta e un chihuahua. Cleo ha adottato Maggie come fosse il suo cucciolo. Nell'incredibile video, pubblicato su Facebook, il felino si prende cura del cane con "abbracci" e "baci". Le immagini hanno fatto un boom di "mi piace".

Il video

Stanno tutti bene

MACACHI A MODENA, L'ATENEO SI DIFENDE: "SOLO RICERCA DI BASE"

"Gli animali stanno bene, sperimentatori empatici"

MACACHI A MODENA, L'ATENEO SI DIFENDE:

"Nessuna vivisezione ma solo sperimentazione animale di base, ancora necessaria per la ricerca medica". Cosi' Paolo Frigio Nichelli, preside della facolta' di Medicina e Chirurgia dell'Università di Modena e Reggio Emilia, risponde agli animalisti che lo scorso sabato hanno manifestato per il centro di Modena per chiedere la liberazione dei 15 macachi presenti nello stabulario dell'Ateneo, utilizzati per la ricerca medica. Nichelli è intervenuto questa mattina alla conferenza stampa che l'Ateneo ha organizzato per fare chiarezza sulla situazione dei primati sui quali secondo Nicheli "le tecniche di ricerca utilizzate sono completamente indolori e sono le stesse che vengono usate anche sull'uomo per studiare il comportamento e la funzionalità del sistema nervoso". Per Nichelli "la sperimentazione animale è necessaria in tutti quei casi in cui si deve studiare la funzione nel dettaglio", per esempio "per valutare l'effetto dei neurostimolatori nel Parkinson o per lo studio della possibilità di interfacciarsi tra protesi artificiali e funzioni della corteccia cerebrale". È vero che "una parte della sperimentazione medica oggi viene fatta in vitro, ma rimane comunque una parte importante da sperimentare in vivo", spiega ancora Nichelli, "senza la quale la ricerca di base non potrebbe portare a risultati". Per il preside comunque "le associazioni animaliste invece che protestare contro una vivisezione che non esiste- conclude Nicheli- potrebbero sostenere la ricerca innovativa, sia con la loro presenza sia con i fondi che riescono a raccogliere".

Continua qui

 

giovedì 3 luglio 2014

In Spagna spuntano le toilette per cani

L’idea è nata nella città di El Vendrell con la speranza di ridurre la maleducazione dei proprietari degli animali
 
Foto tratta dal profilo Facebook di Ajuntament del Vendrell
La battaglia spagnola a chi non raccoglie e pulisce i bisogni dei cani si arricchisce di una nuova arma: la toilette per i quattrozampe.

A lanciare l’iniziativa è El Vendrell, città di 36mila abitanti a nord-est della Spagna, dove sono comparsi delle toilette lungo le principali strade cittadine. È un dono fatto dall’amministrazione comunale e fa parte di un progetto proposto dall’ingegnere Enric Girona, l’uomo che ha avuto l’idea e che spera di poterla commercializzare in altre città del mondo.

Continua qui

mercoledì 2 luglio 2014

Niente regali, a nove anni vuole salvare i cani



Per il suo nono compleanno Ethan Katz non ha voluto i soliti regali da bambino, ma ha deciso di aiutare i cani a rischio eutanasia nei canili statunitensi. Così ha deciso di disegnare e vendere magliette online: in un mese ha raccolto oltre 5mila dollari e salvato almeno 25 cani.

Le altre foto

martedì 1 luglio 2014

Venus, la gatta dal doppio volto che piace alla Rete


“0% fotomontaggio, 100% così dalla nascita”. Così viene presentata Venus, la “gatta Chimera”. A renderla famosa sul web è stata la particolare caratteristica del suo musetto totalmente diviso a metà da due colori molto netti: una parte nera, con un occhio verde, e una parte fulva, con un occhio azzurro.

Le altre foto